Review party – Recensione: My secret desire di Giulia Ross

Buon pomeriggio mondo,
beh, so che è passato poco tempo dall’ultima recensione, ma non potevo non parlarvi della nuova uscita in casa Dri.
Sapere bene che ormai collaboriamo con loro da diverso tempo e, se qualcuno si stupisse delle nostre recensioni carichi di pathos, emozione e meraviglia… Beh, allora non conoscete bene né noi né loro.
Perché?
Semplice, pubblicano semplicemente dei romanzi cui è impossibile rinunciare.
 
A tal proposito quello di oggi è uno dei libri della collana Spicy Romance, ovvero My Secret Desire di Giulia Ross edito, appunto, da Dri Editore.
Venite a scoprirlo con me, almeno per quello che mi è concesso dire 😉

 

 

TITOLO: My Secret Desire
AUTORE: Giulia Ross
EDITORE: Dri Editore
GENERE: Contemporary romance
SERIE: No
PAGINE: 190
DATA DI USCITA: 21 marzo 2021
FINALE: Auto conclusivo

Una pittrice in crisi.
Il figlio della sua migliore amica.
Un errore inevitabile.
Il problema delle avventure di una notte?
Le conseguenze non svaniscono all’alba.
Annah lo capisce quando arriva a Vienna per le nozze della sua amica.
Hans non è più il bambino che ricordava. È un uomo adesso. Lo stesso uomo che ha mentito su tutto pur di averla.
La travolgente passione che li lega deve rimanere un segreto, ma quel desiderio proibito continua a tormentare entrambi.
È impossibile tornare indietro, anche se significa rischiare tutto.

L’incredibile penna di Giulia Ross ci regala un forbidden carico di emozioni, dove la trasgressione e l’amore si mischiano per creare una storia che amerete dalla prima all’ultima pagina.
***** ROMANZO AUTOCONCLUSIVO *****

 

 

Sì, avete capito bene… sono entusiasta e felice di presentarvi il mio parere sul nuovo romanzo taggato Dri Editore, anche perché ha davvero tantissimi colpi di scena.
Prima di iniziare faccio una premessa, questo romanzo ha una buona parte erotica, ovviamente non si cade nel volgare, ma comunque è presente, ma credetemi che non è un libro da classificare come erotico.
E’ un libro con una storia d’amore di base erotica, ma con due personaggi che grazie all’abile penna dell’autrice permettono al lettore di scoprire di più, di entrare nelle loro vite, grazie anche alla scelta dell’autrice di inserire una componente introspettiva e con tematiche e sviluppo reali e quotidiani.
Che voglio dire?
Venitelo a scoprire!
Scendete più in basso e leggete 😉

 

 

La nostra protagonista è Annah Clayton, una splendida donna di 34 anni, una donna che seppure piena di vita e di grinta è fragile, piena di insicurezze e reduce da una disastrosa relazione. Il suo passato non è certo semplice, il padre le ha lasciato un ‘eredità su cui deve fare i conti tutti i giorni, parte di ciò dovuto anche al suo lavoro che ha condiviso con il padre – il grande Bruce – e che ora si trova a dover difendere.
Seppure ha una carriera che si potrebbe invidiare è insicura e demotivata, parte della colpa è anche del suo ex ragazzo, Carl che, di certo non l’aiuta e la butta in uno sconforto maggiore.
Beh, se dovessimo dipingerla, possiamo dire che è circondata in una sfumatura di grigio con qualche pennellata di nero.

 

 

Oh, sappiamo bene che succederebbe dopo, è quasi come un clichè, ovvero nel suo momento peggiore c’è una luce che l’abbaglia. Annah deve fare ancora i conti con il fatto che la sua relazione con Carl sia finita, che l’abbia distrutta con le parole e, così quando si trova ad essere una damigella in pericolo viene salvata dalla sua migliore amica Tessa che la trascina in un bar. (Sì, magari non era proprio l’aiuto che le serviva, o forse sì)
Ed è proprio qui che la sua vita cambierà per sempre, grazie a uno sconosciuto che le farà provare emozioni e sentimenti mai provati prima e che, le darà qualcosa a cui pensare.
Una notte d’amore e sesso che dovrà nascondere e per cui avrà un segreto, lo stesso che la porterà a pensare che la vita non smetterà mai di prendersela con lei.

 

 

Beh, abbiamo conosciuto Annah, ora non ci resta che scoprire chi è il nostro protagonista maschile e, già il suo arrivo è intriso di mistero e curiosità, due fattori che vengono spezzati dall’autrice poco dopo.
Il primo colpo di scena è proprio questo, uno dei tanti su cui il lettore si troverà a fare i conti e a capire cosa pensare.
Sicuramente molti avrebbero da ridire, non solo per la trama del libro, ma per il fatto che si ha una differenza di età significativa e che, potrebbero pensare che una donna adulta ha traviato un ragazzino, ma è davvero così?
No, ha smentire tutto è proprio il giovane ragazzo, Hans, figlio di Sophia.
Chi è lui?
Io direi che è possibile classificarlo come il ragazzo della porta accanto, è gentile, disponibile, un ragazzo bravo e diligente, ma è anche tormentato dal passato della madre, si sente in colpa pur non dovendo.
Lui è tutto quello che ognuna di noi vorrebbe avere, ma se pensate che è così innocente oh.. vi sbagliate mie care, perché la sua vita è cambiata una sera, durante una vacanza con gli amici.
E beh, ora quei ricordi non fanno che tornare e tormentarlo.

 

 

Annah si sente oppressa, deve finire l’opera iniziata dal padre, lei deve compiere l’ultimo dipinto, l’Estate un quadro che sarà candidato al premio Vincent di cui suo padre fu vincitore più anni di fila e, sì, beh, la pressione è tanta, ma il problema sta che non vuole deluderlo e allo stesso tempo vuole creare un quadro che dimostra la sua bravura e che le permetta di chiudere quel cerchio.
Ok, è facile essendo che suo padre è stato il suo mentore, ma in realtà lei è una pittrice in crisi, più guarda la tela bianca più è assalita dal panico, senza contare che le parole del suo ex le ritornano in mente ogni volta che prende un pennello in mano.
Quel blocco le crea non pochi problemi, ma la sua salvezza sembra arrivare proprio da una delle sue migliore amiche che l’ha invitata al suo matrimonio e sarà proprio lei la sua damigella d’onore.
All’inizio è reticente, non pensa che dovrebbe soprattutto perché deve lavorare ma poi viene spinta – da Tessa e Sophia – e decide che cambiare aria e luogo potrebbe non essere una cattiva idea.
Ma… non ha messo in conto che la vita ancora una volta sembra volerla tormentare.

 

 

Ma i colpi di scena, le sorprese dove stanno?
Semplice, proprio nel fatto di scoprire chi sono Hans e Annah, farlo per davvero e non solo per supposizioni. Due personaggi che la vita ha voluto fa rincontrare e di cui allo stesso tempo mette alla prova e li priverà della felicità che avevano trovato.
Lei è la fatina con i boccoli e lui è fagottino, ecco come dovevano presentarsi la prima volta in cui si sono visti, ma la distanza e il tempo ha giocato a lo sfavore.
Si trovano a convivere sotto lo stesso tetto con un forte desiderio e un grossissimo segreto che, se dovesse venir fuori avrebbe distrutto una delle più belle e durature amicizie e una famiglia senza contare il rapporto tra madre e figlio.
Nessuno dei due può premetterselo, ma i sogni ripetuti di Annah le fanno capire che quella notte non è stata solo sesso e, Hans capisce che seppure giovane e “inesperto” non è pronto a rinunciare a lei, a come lo fa sentire e a quello che gli regala.
Ma come potranno mai far funzionare le cose?

 

 

Ebbene, ogni lettore si troverà di fronte il tormento dei due personaggi.
Inizia così il vero e proprio libro, perché a mio avviso ciò che abbiamo avuto prima è stato come una sorta di prequel.
Hans e Annah sono stati creati con cura, ogni loro caratterizzazione è stata passata al microscopio, facendo in modo che il lettore si’innamori di loro, che riesca a comprenderli e a tifare per loro.
Giulia Ross ha creato un libro non solo pieno di scene d’amore, ma di momenti di introspezione, di sentimenti profondi e di emozioni intense, portandoci alla scoperta di Hans e Annah, delle loro vite, del loro passato – non del tutto affrontato e superato – e della vera e propria arte.
Oh, sì quell’arte che possiamo quasi sentirla attraverso le parole dell’autrice, di tutte le volte che lui appoggia le sue dita sul pianoforte e di quegli occhi che possono immaginarsi l’emozione di tenere un pennello tra le mani, di creare un quadro e di interpretarlo.
E’ subito palpabile la sintonia che c’è tra i due, è impossibile non vederla pur se sono in grado di nasconderla e di dimostrarsi conoscenti e niente di più.
Non possono vivere il loro amore,ma è proprio nel momento in cui si arrendono che si ha un altro colpo di scena, uno di quelli che fanno esultare il lettore e che permette all’autrice di approfondire ancora di più i loro caratteri.

 

 

Lo stile dell’autrice è quello che mi ha colpito di più, non solo sono rimasta affascinata dalla storia che, seppure in parte presenta un clichè lei stessa è riuscita a creare qualcosa di nuovo.
Il romanzo è scorrevole, il modo in cui è scritto, passando dai personaggi all’ambientazione, dai sentimenti introspettivi al momento di vera arte ha reso sì, che il lettore venisse coinvolto e travolgo consapevole di avere una lettura fluida e incalzante.
Ogni cosa è stato curato, ogni dettaglio era al posto giusto e il lettore sentiva, percepiva ogni singola emozione.
La storia è stata bella, profonda, intensa e toccante perché non solo si parla di amore, ma anche di amicizia e di essere artisti, di amare ciò che si sceglie di fare.
Non mi rimane che dirvi che… Sì, lo consiglio.
Non è la semplice storia e non si parla del solito clichè.
Se volete assaporare una storia ben scritta e ben struttura… Beh, leggete My Srecret Desire.

 

La mia valutazione…


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...