Sulle tracce di Jack Lo Squartatore di Kerri Maniscalco – Recensione

Buongiorno lettori,
non vedevo l’ora di recensire questo libro fin da quando mia sorella me lo ha regalato per Natale.
Avevo visto il libro e ne avevo letto alcune impressioni su instagram e, fin da allora mi aveva colpito molto; mia sorella sentendomi straparlare entusiasta del libro me l’ha comprato.
Subito dopo che l’ho finito di leggere mi sono voluta prendere un paio di giorni per riflettere bene su cosa scrivere e come impostare questa recensione.
Ah, quasi dimenticavo… Il libro di cui parleremo oggi è Sulle tracce di Jack Lo Squartatore scritto da Kerri Maniscalco.
Questo romanzo è il primo di una serie di romanzi con protagonista l’eroina di cui tra poco vi parlerò.

 

 

 

 

TITOLO: Sulle tracce di Jack Lo Squartatore

AUTORI: Kerri Maniscalco

EDITORE: Mondadori

GENERE: Mistery/ Storico

SERIE: Audrey Rose #1

PAGINE: 372

DATA DI PUBBLICAZIONE: 15 settembre 2020

FINALE: Aperto


È stata cresciuta per essere la perfetta dama dell’alta società vittoriana, ma Audrey Rose Wadsworth vede il proprio futuro in modo molto diverso. Dopo aver perso l’amatissima madre, è decisa a comprendere la natura della morte e i suoi meccanismi. Così abbandona l’ago da ricamo per impugnare un bisturi da autopsia, e in segreto inizia a studiare Medicina legale. Presto viene coinvolta nelle indagini sull’assassino seriale noto come Jack lo Squartatore e, con orrore, si rende conto che la ricerca di indizi la porta molto più vicina al suo mondo ovattato di quanto avrebbe mai creduto possibile.
Ispirato agli efferati crimini irrisolti che hanno insanguinato la Londra di fine Ottocento, lo strabiliante romanzo d’esordio di Kerri Maniscalco tesse un racconto ricco di atmosfera che intreccia bellezza e oscurità, in cui una ragazza vittoriana molto moderna scopre che non sempre i segreti che vengono sepolti lo rimangono per sempre.

 

La nostra protagonista indiscussa è Audrey Rose Wadsworth, che ha appena compiuto 17 anni.
La nostra eroina non è una normale ragazza del suo tempo, infatti, lei ha avuto la disgrazia di nascere nel 1870, a Londra, in un periodo in cui le donne non avevano rilevanza e non potevano fare molto e ciò, all’inizio le impedisce di poter esprimere a pieno il suo potenziale.
Infatti, per Audrey Rose è arrivato il momento di cominciare a cercare un buon partito per sposarsi e vivere tranquillamente nella società londinese.
E’ davvero un peccato perchè la giovane non ci pensa neanche a compiere quel passo, a differenza delle sue coetanee lei preferisce passare il suo tempo in modo completamente diverso rispetto a loro.

 

Audrey Rose, infatti, passa i pomeriggi insieme a suo zio Jonathan nel suo laboratorio a dissezionare corpi e ad approfondire la sua conoscenza sulle scienze forense. 
Quando lo zio le permette di assistere alle sue lezioni di medicina legale all’università, naturalmente travestita da ragazzo,  Audrey Rose farà la conoscenza di Thomas Cresswell, un ragazzo davvero fuori dal comune e diverso da quello che, Audrey Rose si poteva immaginare.

 

Thomas che è l’assistente ufficiale dello zio di Audrey, il dottor Wadsworth, ha una lingua tagliente e un’intelligenza affilata, capace di fargli notare dettagli che possono sfuggire agli altri.
Anche se all’inizio della storia tra Thomas e Audrey Rose non sembra scorrere buon sangue quando entrambi verranno coinvolti nella serie di omicidi  che stanno sconvolgendo Londra in quel periodo.

 

La nostra storia è ambientata nel 1888, proprio nel periodo in cui “Jack the ripper” o per meglio dire “Jack Lo Squartatore” fu operativo con i suoi omicidi.
Kerri Maniscalco, come spiega lei alla fine del libro, ha rielaborato e rievocato le vicende su Jack lo Squartatore inserendo Audrey Rose e gli altri personaggi per dare un volto e una conclusione su uno dei casi di omicidi più famosi della storia che non sono mai stati risolti.
Le vicende, oltre a raccontare la storia di Audrey Rose, si concentrano principalmente  sull’indagine che l’autrice ha saputo rendere stuzzicante, piena di indizi ma anche piena di false piste.
E, anche se arrivati alla fine si può arrivare a scoprire il colpevole, fino a l’ultimo si rimane con il dubbio se è giusto o no.

 

Quello che ho apprezzato molto è stata l’accuratezza dell’autrice, che se nella storia ha un pò adattato le vicende per comodità, nella spiegazione a fine libro ha, non solo giustificato le sue scelte ma ha spiegato come sono accaduti realmente i fatti nella realtà.
Un’altro punto a favore lo voglio dare per il piccolo “prequel” su Thomas Cresswell che l’autrice ci ha donato alla fine.
Tramite questi capitoli ci ha fatto conoscere un pò meglio le motivazioni e i comportamenti del giovane facendoci anche vedere come s’incrociano le strade di Thomas e Audrey Rose.
So che molti hanno criticato il libro, chi per un motivo chi per un’altro io, invece, l’ho davvero trovato piacevole; certo, alcuni aspetti della storia e alcune scelte della protagonista secondo il mio parere si vede un pochino troppo la guida dell’autrice, ma nel complesso ho adorato l’aria gotica e un pò dark che si respira nel romanzo.
Quello che mi piace davvero è avere la possibilità di poter leggere tutta la serie in un colpo solo, senza dover aspettare chissà quanto tempo tra una pubblicazione e un’altra; inoltre, sapere che la serie è conclusa mi fa stare in pace con me stessa.
Non potete sapere quante serie di libri sono state lasciate a metà di traduzioni e/o di pubblicazione e, per chi come me non ama leggere il altre lingue (ok, lo ammetto, non sono proprio portata) rimane bloccata in attesa dell’uscita.

 

Concludo la recensione Sulle tracce di Jack lo Squartatore affermando che è stato un libro molto bello da leggere, la lettura è stata veloce e scorrevole.
Credo che, chi ama il romanzi un pò gotici o, a chi apprezza particolarmente i dettagli sulle dissezioni dei cadaveri, dovrebbe dare una possibilità al libro.
Secondo il mio modesto parere Kerri Maniscalco ha dato un ottimo inizio alla serie che si prospetta fin da ora molto avvincente.
Io cercherò, nel più breve tempo possibile, di acquistare gli altri volumi, nel frattempo vi aspetto alla prossima recensione.

 

La mia valutazione…

 

 

 

Serie Audrey Rose:
1. Sulle tracce di Jack Lo Squartatore  RECENSIONE QUI
2. Alla ricerca del Principe Dracula RECENSIONE QUI
3. In fuga da Houdini RECENSIONE QUI
4. A caccia del Diavolo RECENSIONE QUI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...